Centralino 0773/6521

Richiesta voto a domicilio

Certificati medico legali a fini elettorali per la richiesta di voto a domicilio e per il voto assistito

  • martedì 12 – mercoledì 13 giovedì 14 ottobre, dalle 10 alle 12 presso Poliambulatorio Medicina Legale – I Piano Via C. Battisti
  • Domenica 17 ottobre dalle 10 alle 12 presso Corso della Repubblica n. 116

 

 

VOTO A DOMICILIO – Domanda da presentare tra il 24 agosto e il 13 settembre 2021.

 

Orari e giorni di rilascio delle certificazioni mediche per il voto domiciliare da infermità

martedì – mercoledì – venerdì dalle ore 10 alle 12

Poliambulatorio Medicina Legale – I Piano Via C. Battisti

Medico: Dr. Tommaso Cipriani

In favore degli elettori “affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile” e di quelli “affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione” è prevista (art.1 del decreto-legge 3 gennaio 2006, n.1, convertito dalla legge 27 gennaio 2006 n.22, come modificato dalla legge 7 maggio 2009, n.46) la possibilità di esprimere il voto presso il proprio domicilio.

L’Elettore interessato deve far pervenire in un periodo compreso tra il 45° e il 20° giorno antecedente la data della votazione apposita domanda (vedi modulo da scaricare, in carta semplice, consegnata presso l’ufficio Elettorale – sede di Via Ezio – o inviata alla PEC elettorale@pec.comune.latina.it oppure alla mail generica elettorale@comune.latina.it corredata da un certificato rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 45° giorno antecedente la data della votazione, che attesti l’esistenza delle condizioni di infermità sopra descritte, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali»;

Tali disposizioni si applicano in occasione delle elezioni della Camera dei deputati, del Senato della Repubblica, dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e delle consultazioni referendarie disciplinate da normativa statale.

Per le elezioni dei presidenti delle province e dei consigli provinciali, dei sindaci e dei consigli comunali, le disposizioni del presente articolo si applicano soltanto nel caso in cui l’avente diritto al voto domiciliare dimori nell’ambito del territorio, rispettivamente, del comune o della provincia per cui è elettore.

Il Sindaco, previa verifica della regolarità e completezza della documentazione ricevuta, provvede ad includere i nomi degli elettori ammessi al voto a domicilio in appositi elenchi distinti per sezioni ed a rilasciare ai richiedenti un’attestazione dell’avvenuta inclusione negli elenchi stessi.


Allegati