Centralino 0773/6521

PROCEDURA APERTA – SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI ED INTERVENTI PER L’EMERGENZA SOCIALE

IMPORTANTE:

SEDUTA DI GARA APERTURA OFFERTA ECONOMICA ORE 12.00 DEL 13.12.2013

DENOMINAZIONE

Punteggio Offerta Tecnica

Punteggio Offerta Economica

Punteggio TOTALE

PARSIFAL CONSORZIO COOP. SOC. P.Iva
01923720591

80,00

20,00

100,00

Pertanto la Commissione preso atto del risultato sopra riportato dichiara la gara in oggetto provvisoriamente aggiudicata al concorrente PARSIFAL CONSORZIO COOP. SOC. P.Iva 01923720591con il punteggio totale di 100,00.

 


 
SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI ED INTERVENTI PER L’EMERGENZA SOCIALE – CIG 53577868DE

– Quantitativo dell’appalto:
    a) Costo orario convenzionale (iva esclusa): € 20,66
    b) Monte ore annuo presunto complessivo dei servizi: ore 18.512
    c) Importo dell’appalto annuo (€ 20,66 x ore 18.512 x 1 anno): € 382.457,92 (IVA esclusa)
    d) Importo dell’appalto per tredici mesi: € 414.329,41 (IVA esclusa)
    e) oneri della sicurezza: € 0 come stabilito nella atti allegati alla determina a contrarre del Servizio proponente;

– Termine dell’affidamento: tredici mesi dalla data di stipula del contratto (vedi art. 2 del CSA)

– Termine ultimo presentazione offerte: ore 13:00 del 19.11.2013

– Apertura delle offerte: ore 10.00 del 21.11.2013


FAQ

– QUESITO 1: Requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnica. Premesso che il bando ammette la partecipazione dei consorzi di cooperative ai sensi dell’art. 34 del D. lgs. 163/2006, si chiede se per la loro qualificazione ai fini del possesso dei requisiti tecnico organizzative ed economico finanziari vale quanto previsto dall’art. 35 del D. Lgs. 163/2006. In caso di risposta negativa si chiede se invece tali requisiti debbono essere dimostrati dalla/e cooperative consorzioata/e indicata/e per la gestione del servizio.
– RISPOSTA 1: Come stabilito nel bando e disciplinare “l’appalto rientra nell’ambito dei servizi di cui all’allegato IIB (art. 20 D.lgs. n.163/2006), pertanto l’affidamento avverrà secondo le disposizioni e prescrizioni del citato decreto limitatamente agli artt. 65, 68 e 225 e a quelli espressamente richiamati negli allegati e negli atti di gara”. (L’art. 35 non si applica in quanto non richiamato negli atti di gara, come specificato dal Consiglio di Stato, in un procedimento analogo, con la sentenza n.7346/2010). In particolare tale sentenza confermata anche nell’applicazione da un recente TAR Latina 175/2013 stabilisce che “Agli appalti di servizi compresi nell’allegato II B del D.Lgs. n. 163/2006 (Codice dei contratti pubblici), si applicano i soli artt. 65, 68 e 225 del citato D.Lgs. n. 163/2006 (analogamente a quanto disposto dall’art. 20 della Direttiva n. 2004/18/CEE). Pertanto, nel caso di specie, riguardante l’affidamento del “servizio di assistenza domiciliare” ad un Consorzio non va applicato l’art. 35 del D.Lgs. n. 163/2006, ma la disciplina specialistica (art. 8, legge n. 381/1991), a prescindere da qualsivoglia rapporto di avvalimento atteso che, si è in presenza di un rapporto organico in conseguenza del quale l’attività posta in essere da ciascuna cooperativa, nella sua qualità di consorziata, è immediatamente imputabile al Consorzio, con conseguente irrilevanza della mancanza dei requisiti di capacità tecnica e di fatturato nell’ultimo triennio in capo al Consorzio, atteso il possesso di tali requisiti da parte delle consorziate. Deve ritenersi, infatti, che la normativa applicabile alla fattispecie rende possibile, senza limitazioni, il cumulo dei requisiti, in forza del rapporto organico che regola le società cooperative.

– QUESITO 2: “In caso di RTI costituenda, se, fermo restando il possesso dei requisiti economico finanziari da parte del RTI stesso, sia possibile la partecipazione all’interno del raggruppamento di una cooperativa sociale che non possiede fatturato specifico nel settore”.
– RISPOSTA 2: Nel caso di RTI si deve applicare in toto quanto stabilito in proposito nel Disciplinare di gara al punto 8 della premessa ovvero: “in caso di Associazione Temporanea d’Impresa, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti per il concorrente singolo devono essere posseduti dalla mandataria nella misura minima del 40%, la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti nella misura minima del 20% di quanto richiesto per l’intero raggruppamento. L’impresa mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti in misura maggioritaria. Resta inteso che i requisiti richiesti devono essere cumulativamente ed interamente posseduti dal raggruppamento d’imprese”. La partecipazione in ATI deve pertanto assicurare il rispetto di tale prescrizione.

– QUESITO 3: Punto 1): Costo orario relativo alle figure professionali richieste come da documento di gara denominato “dati tecnici dell’appalto”. Punto 2): Maggiorazione del costo orario medio effettivo del personale utile ai fini della copertura delle “spese generali di gestione” e delle “spese di produzione del servizio” dettagliate nell’allegato “dati tecnici dell’appalto”.
– RISPOSTA 3: Per quanto riguarda il punto 1) del quesito il Servizio di Emergenza e di Pronto Intervento Assistenziale (Allegato n.1 “Specifiche – tecniche organizzative” al Capitolato d’Appalto) prevede tra il personale la presenza di operatori socio sanitari. Il servizio come si legge all’art. 1 del citato Allegato rientra nel sistema dei servizi territoriali e si attiene alle normative regionali L. R. n°41/2003, L.R. n°38/96 esso fa parte quindi della rete integrata dei servizi e degli interventi sociali. Il D.lgs. n°112/98 all’art. 28 definisce i Servizi Sociali “il complesso delle attività relative alla predisposizione ed erogazione di servizi gratuiti ed a pagamento, o di prestazioni economiche destinate a rimuovere e superare le situazioni di bisogno e di difficoltà che la persona umana incontra nel corso della sua vita…”. Il personale socio sanitario richiesto per il Servizio di Emergenza e di Pronto Intervento Assistenziale andrà quindi ad operare in un servizio di tipo socio-assistenziale e non di tipo socio-sanitario, pertanto è stato inquadrato al livello C1 e non al livello C2 dove secondo quanto previsto dalle disposizioni vigenti devono essere inquadrati gli operatori socio-sanitari effettivamente operanti in servizi e strutture socio-sanitarie. Per ciò che concerne il punto 2) del quesito il costo per “la reperibilità” rientra in quelli ricompresi nell’incremento percentuale come definito nell’Allegato 3 “Dati tecnici dell’Appalto”.

 



Allegati