Centralino 0773/6521

Vertice in Regione sulla moria del kiwi. L’impegno del Comune di Latina

L’assessore alle Attività produttive del Comune di Latina, Antonio Cosentino, nella giornata di ieri ha preso parte alla commissione della Regione Lazio presieduta dal consigliere Vittorio Sambucci in cui si è discusso del fenomeno della moria del kiwi. Oltre ai consiglieri regionali, alla riunione hanno partecipato i produttori locali. L’assessore al Bilancio e all’agricoltura, Giancarlo Righini, si è assunto l’impegno di superare le norme attuali che non consentono un finanziamento adeguato agli agricoltori e di arrivare alla dichiarazione dello stato di calamità.

“Le imprese del territorio sono in ginocchio e lamentano un calo della produzione del 50% – ha dichiarato Cosentino -. Il Comune di Latina, così come gli altri interessati, si farà carico di raccogliere i dati locali da inviare alla Regione Lazio. È un passaggio necessario per arrivare a chiedere la dichiarazione dello stato di calamità, atto necessario per dare un sostegno alle aziende colpite. Per ora ancora non c’è un rimedio per risolvere questa problematica, anche per questo si è deciso di puntare sulla ricerca scientifica. Compito di tutte le parti in causa sarà anche quello di cercare metodi all’avanguardia per risolvere l’emergenza”.

La situazione, che tocca da vicino la provincia di Latina e il capoluogo, sarà affrontata anche in un incontro con il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida che avverrà nei prossimi giorni.

“Il fenomeno della moria del kiwi – dichiara il Sindaco di Latina Matilde Celentano – è un argomento delicato perché, ad oggi, è difficile individuarne le cause e non ci sono soluzioni per contrastarlo. Non ci sono, dunque, né cure né metodi di prevenzione efficaci. Trovo, dunque, che un’audizione come quella che si è tenuta nella giornata di ieri presso la Regione Lazio sia di fondamentale importanza, perché le parti interessate possono giungere insieme a possibili soluzioni. Il Comune di Latina è pronto a fare la sua parte per sostenere gli imprenditori locali”.