Centralino 0773/6521

Accordo tra Comune e collegio geometri per lo svolgimento di tirocini

Accordo di collaborazione tra il Comune di Latina e il collegio dei geometri e geometri laureati della provincia di Latina per lo svolgimento di tirocini. È quanto approvato dalla giunta che si è riunita oggi, su indirizzo dell’assessore Annalisa Muzio, dopo il protocollo d’intesa in corso di definizione tra il Comune di Latina, rappresentato dal Sindaco Matilde Celentano, e il Collegio provinciale dei geometri e dei geometri laureati rappresentato da Antonio D’Angelis.
Tramite l’accordo, in Comune verranno inseriti tirocinanti per un periodo di sei mesi, prorogabili fino a diciotto. Questo consentirà loro di acquisire i requisiti per l’accesso agli esami di stato per l’abilitazione all’esercizio dell’attività. Il tirocinio si svolgerà presso gli uffici del servizio Attività produttive ed Incoming SUAP – SUE e del servizio Pianificazione e progettazione urbanistica, senza costi per il Comune di Latina. I tirocinanti saranno selezionati, rimborsati e contrattualizzati dal Collegio, mentre il Comune di Latina si impegnerà a mettere a disposizione dei tirocinanti, che potranno essere un numero massimo di dieci unità, le attrezzature per lo svolgimento delle attività previste nell’accordo supervisionando, dal punto di vista tecnico, le attività svolte.
“Il Comune di Latina – dichiara il Sindaco – può essere un importante ponte tra il mondo della formazione e quello del lavoro. I tirocinanti avranno la possibilità di seguire da vicino le attività degli uffici, ascoltando i preziosi consigli dei tecnici, acquisendo elementi importanti ed interfacciandosi con una conoscenza diretta del mondo del lavoro, che potrà agevolare le loro scelte professionali”.
“Con questo accordo – dichiara l’assessore Muzio – sia il Comune che il Collegio perseguiranno le proprie finalità istituzionali. Il primo rende possibile la realizzazione di un’esperienza professionale ai tirocinanti attraverso l’esame di pratiche edilizie e urbanistiche e attraverso l’affiancamento ai tecnici comunali, favorendo momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi. Il Comune, invece, può in questo modo usufruire di un importante supporto nello svolgimento della propria attività”.