Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

Gara 155: Servizi di pulizia e igiene ambientale degli uffici, locali ed immobili di proprietà Comunale e/o di competenza del Comune di Latina. CIG 6938776B16

 

 

Data pubblicazione 11.01.2017
CIG 6938776B16
Tipo procedura Procedura aperta
Oggetto Servizi di pulizia e igiene ambientale degli uffici, locali ed immobili di proprietà Comunale e/o di competenza del Comune di Latina
Data scadenza presentazione offerta 09.03.2017 ore 13:00
Data apertura seduta pubblica 14.03.2017 ore 10:00
 
 
 
 
 
 
 
 

D1: dall’Allegato 1 denominato “elenco locali”, non si evincono le superfici relative ai servizi igienici; chiediamo Pertanto di pubblicare i metri quadri di tutti i servizi igienici suddivisi per ogni edificio oggetto d’appalto.

R1: si comunica che non si hanno a disposizione i dati richiesti. Gli stessi potranno essere rilevati il sede di sopralluogo OBBLIGATORIO.

D2: Relativamente alla capacità economico finanziaria, riferimento art. 13 c. 13.1.2 del disciplinare, chiediamo cortesemente conferma se la pulizia dei teatri può essere equiparata alla pulizia dei musei.

R2: No la pulizia dei teatri NON può essere equiparata alla pulizia dei musei.

D3: La nostra azienda ha eseguito dal gennaio 2013 al luglio 2014 con un unico contratto servizi di pulizia all’interno di varie caserme della Guardia di Finanza compreso locali: Teatro/Auditorium/Sale cinematografiche per una superficie di circa mq. 5.250 per un importo superiore a € 120.000, si chiede se il requisito viene considerato soddisfatto.

R3: Se i locali indicati nella domanda “Teatro/Auditorium/Sale cinematografiche” hanno le caratteristiche tipiche dei teatri quali arredi, tendaggi, sipari, palcoscenici, ecc., la realizzazione del servizio di pulizia e igiene ambientale può essere assimilato a quella dei teatri purchè sia rispettato il requisito richiesto nel punto 13.1.2 del Disciplinare di Gara.

D4: In merito al requisito di capacità tecnico professionale riportato a pag. 9 punto 13.1.4 del Disciplinare di Gara si richiede di aver svolto negli ultimi tre esercizi (2013-2015) un servizio di Igiene Edilizia per le quali le superfici utili di pulizia uffici eseguite sia pari complessivamente a mq. 27.000 e di pulizia scuola eseguite pari a mq. 3.000.

Cosa si intende per servizio di Igiene Edilizia? La nostra azienda ha eseguito dal gennaio 2013 al luglio 2014 con un unico contratto servizi di pulizia all’interno di varie Caserme della Guardia di Finanza in Roma superfici utili di pulizia uffici pari a mq. 42.117 pulizia Aule Didattiche per una superficie di mq. 5.920, si chiede se il requisito viene considerato soddisfatto.

R4: Il concetto del servizio di Igiene Edilizia è ben disciplinato dall’art. 5 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale che integralmente si richiama. In ordine al requisito della Capacità Tecnico Professionale richiesta al punto 13.1.4 del Disciplinare di Gara, si conferma che deve trattarsi di pulizia uffici e scuole. Pertanto, l’esercizio di attività collegabili a tali fattispecie possono considerarsi assimilabili.

D5: In merito alla procedura in oggetto la capacità economica finanziaria viene richiesta avendo realizzato pulizia teatri per un importo di € 70.000. Si chiede se possono essere considerati alla pari di “teatri” anche altri luoghi di spettacolo quali: stadi, auditorium, palazzetti dello sport, autodromi ecc.

R5: Si richiama in merito la D3.

D6: relativamente alla capacità tecnico professionale (rif. 13 c. 13.1.4 del disciplinare), chiediamo cortesemente conferma se fosse possibile indicare gli anni 2014-2015-2016 per lo svolgimento negli ultimi tre servizi.

R6: L’allegato XVII del D.Lgs. 50/2016, nella parte II, lettera ii), indica quali possono essere i mezzi di prova per la capacità tecnica degli operatori economici: “un elenco delle principali forniture o dei principali servizi effettuati negli ultimi tre anni, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Se necessario per assicurare un livello adeguato di concorrenza, le amministrazioni aggiudicatrici possono precisare che sarà preso in considerazione la prova relativa a forniture o a servizi forniti o effettuati più di tre anni prima”.  Tenuto conto che il disciplinare di gara e relativi allegati sono stati approvati con la Determinazione Dirigenziale n.2131 del 19/12/2016, e che la stazione appaltante può prendere in considerazione anche servizi effettuati più di tre anni prima, si conferma l’indicazione del triennio 2013-2014-2015 già riportato sul disciplinare di gara.

D7: Con la presente siamo a richiedere se sia corretta l’interpretazione secondo la quale è ammissibile la partecipazione alla gara da parte di un Raggruppamento Temporaneo di imprese nel quale la mandataria sia in possesso interamente del requisito di capacità tecnico professionale di cui al punto 13.1.4 (esecuzione nel triennio 2013-2014-2015 di un servizio di igiene edilizia presso Amministrazioni o Enti Pubblici per il quale le superfici utili di pulizia uffici eseguite siano pari complessivamente a 27.000 mq e di pulizia scuole pari a 3.000mq), mentre la mandante sia in possesso del requisito di capacità economico finanziaria di cui al punto 13.1.2 relativamente alla parte di pulizia teatri per un importo complessivo pari a € 70.000.

R7: In caso di partecipazione in ATI si richiama il contenuto del disciplinare previsto al punto 13.1.2 che prevede espressamente quanto segue: Detto requisito deve essere posseduto in misura maggioritaria dall’impresa mandataria nella misura minima del 50% e per la mandante nella misura minima del 10%.”

D8: La presente per richiedere in merito al requisito di capacità tecnico professionale di cui al punto 13.1.4, nella sua componente relativa ai  27.000 mq di pulizia uffici, se per la dimostrazione del possesso di tale requisito sia sufficiente la presentazione dell’attestazione del servizio svolto e, in allegato, un estratto del relativo Capitolato in cui siano riportati i metri quadri complessivi degli immobili.

R8: Si evidenzia che le modalità di comprova dei requisiti dichiarati sono stabiliti nel punto 18.3.2 del disciplinare, in ogni caso devono essere tali da dimostrare quanto dichiarato. Si evidenzia inoltre, che la fase di comprova verrà attivata solo sul primo aggiudicatario e sul concorrente che segue in graduatoria, in conformità alle previsioni del Codice. (art. 85 co. 5)

D9: Si chiede se il requisito di “Capacità economico finanziaria” per il servizio di pulizia Teatri può essere soddisfatta dal servizio presso l’Autodromo di Monza di cui si allega capitolato.

Si precisa che la scrivente ha in affitto il ramo d’Azienda della Società che aveva il contratto con l’Autodromo. Si chiede inoltre come poter attestare codesto requisito, in particolar modo si chiede se sono sufficienti le relative fatture.

R9: La pulizia di un autodromo non può essere assimilata a quella di un teatro.

D10: Premesso che la presente società è un Consorzio Stabile ai sensi dell’art. 45 co. 2 lett. c) del Codice Appalti, si richiede quanto segue:

– 1) in merito al requisito di cui al punto 13.1.1 del Disciplinare di Gara, si chiede conferma che il requisito della fascia di classificazione G possa essere posseduto solo in capo al Consorzio Stabile e che le consorziate esecutrici possano possedere anche fasce di classificazione inferiori;

– 2) in merito al requisito di cui al punto 13.1.5 e 13.1.6 (certificazioni ISO 9001 e 14001), premesso che il Consorzio Stabile possiede entrambe le certificazioni per “Acquisizione di commesse e controllo dei servizi erogati dalle consorziate” Settore EA 35, si chiede conferma che è ammesso l’oggetto delle certificazioni del Consorzio Stabile.

R10: il requisito deve essere posseduto direttamente dal consorzio per la fascia di classificazione richiesta, fermo restando che ciascuna delle imprese consorziate indicate come esecutrici può essere in possesso di iscrizione nel suddetto registro o albo anche per fasce di classificazione inferiori. (Vedi Bando tipo Anac n° 1/2014).

Con riferimento al secondo quesito si richiama il rispetto dei contenuti dei punti 13.1.5-13.1.6 del disciplinare di gara.

D11: Svolgiamo attività di pulizie di un’aula magna situata all’interno di un collegio universitario, avente le caratteristiche tipiche dei teatri.

Chiediamo se per il fatturato relativo alla pulizia teatri possiamo estrapolarlo dall’importo complessivo contrattuale dell’intero appalto quello relativo alla sola pulizia del locale di specie.

A seguito della precedente richiesta di chiarimenti, si precisa che la ns. richiesta si riferisce all’obbligo o meno di indicare il fatturato specifico per la pulizia del solo teatro, locale situato all’interno di un edificio adibito a collegio universitario, estrapolando l’importo dall’intero ammontare contrattuale, o se il requisito viene considerato soddisfatto indicando l’intero ammontare contrattuale.

R11: Fermo restando ogni valutazione in ordine alla compatibilità della tipologia di prestazione indicata (Aula Magna) con quella relativa al Teatro, per la quale si rinvia alla FAQ n° 3, il requisito deve essere soddisfatto in modo specifico, indicando la parte di fatturato relativa alla prestazione di che trattasi.

D12:

A) Capacità economico finanziaria – Punto 13.1.2 chiediamo di specificare se per pulizia uffici si possa intendere anche la pulizia eseguita presso Filiali e sedi di Istituti bancari.

B) Capacità tecnico professionale – Punto 13.1.4 chiediamo di specificare se per “un servizio di Igiene Edilizia presso Amministrazioni e/o Enti Pubblici per il quale le superfici utili di pulizia uffici eseguite sia pari complessivamente a mq. 27.000 e di pulizia scuole eseguite pari a mq. 000” si intende un unico servizio che comprenda sia gli uffici che le scuole oppure avere eseguito un servizio per pulizia uffici ed un servizio per pulizia scuole anche per Enti diversi.

R12:

A) In ordine al solo requisito di cui al punto 13.1.2 l’attività di pulizia uffici indicata nel quesito po’ ssere considerata assimilata a quella richiesto nel requisito medesimo.

B) In ordine al requisito della Capacità Tecnico Professionale richiesta al punto 13.1.4 del Disciplinare di Gara, si conferma che deve essere dichiarato il possesso del requisito nel limite minimo indicato sia per la pulizia di uffici che per le scuole anche se prestato per committenti differenti e/o per un unico committente, sempre che sia ben individuabile quanto richiesto al punto 13.1.4 del disciplinare. Si precisa che in tal caso il Committente deve avere la natura di Amministrazione e/o ente pubblico.

D13: Con la presente si chiede di sapere se relativamente all’offerta tecnica da presentare è previsto un limite massimo di pagine.

R13: No, non risulta stabilito

D14: In merito al requisito al punto 13.1.2 di aver realizzato negli ultimi tre esercizi (2013-204-2015) un fatturato specifico, per servizi pulizia uffici per un importo complessivamente pari a € 1.400.000,00 e di pulizia teatri per un importo complessivamente pari a € 70.000,00; si chiede, considerato che la maggior parte dei servizi da svolgere sono pulizia di uffici oltre alla pulizia delle scuole, è possibile sostituire tale fatturato con la pulizia delle scuole.

R14: Si chiede di attenersi a quanto previsto al punto 13.1.2 del disciplinare di gara.

D15: Si intendono richiedere i seguenti chiarimenti:

a) con riferimento alla relazione tecnica da inserire nella busta B art. 16 del disciplinare si chiede conferma che non siano previsti limiti di pagine, carattere e formattazione della stessa;

b) con riferimento al requisito di cui all’art. 13.1.4 del disciplinare si chiede di confermare che l’esecuzione dei servizi dovrà essere stata effettuata all’interno del periodo temporale definito (2013-2014-2015) ma non obbligatoriamente per l’intera durata del triennio, a titolo esemplificativo soddisfa il requisito un servizio eseguito per i soli anni 2014-2015;

c) con riferimento al requisito di cui all’art. 13.1.4 del disciplinare si richiede se sia possibile soddisfare il requisito attraverso servizi erogati per soggetti privati. Si ritiene che l’esecuzione di servizi di pulizia in ambienti ad uso ufficio o scuola sia del tutto similare in caso di Committente pubblico oppure privato.

R15:

a) si rinvia alla risposta n° 13;

b) Nell’arco del triennio indicato deve essere stato svolto almeno un servizio con le caratteristiche richieste, a prescindere dalla sua durata.

c) Il servizio deve essere stato svolto per Amministrazioni e/o Enti Pubblici.

D16: Relativamente al requisito di capacità tecnico professionale, viene richiesto di avere svolto almeno un servizio di pulizia presso scuole. A tal proposito si domanda se servizi di pulizia svolti presso scuole di formazione private siano altrettanto validi al fine di soddisfare il suddetto requisito.

R16: Il servizio deve essere stato svolto per Amministrazioni e/o Enti Pubblici.

D17:

A) Premesso che il disciplinare di gara prevede al punto 13.1.4 “Aver svolto negli ultimi tre esercizi (2013-2014-2015) almeno un servizio di Igiene Edilizia presso Amministrazioni e/o Enti Pubblici per il quale le superfici utili di pulizia uffici eseguite sia pari complessivamente a mq. 27.000 e di pulizia scuole eseguite pari a mq. 000” si chiede conferma che è conforme alle prescrizioni di gara l’aver svolto servizi di pulizia uffici per una superficie complessiva di 27.000 mq. presso Amministrazioni e/o Enti Pubblici diverse rispetto a quelle in cui si è svolto il servizio di pulizia scuole per una superficie pari a mq. 3.000;

B) si chiede conferma che fra i servizi di pulizia scuole rientrano anche quelli prestati presso le Università;

C) si chiede conferma che le superfici sono da calcolarsi nell’arco del triennio e quindi per 9.000 mq. annui per pulizie uffici e 1.000 mq. per pulizia scuole.

R17:

A) In ordine al requisito della Capacità Tecnico Professionale richiesta al punto 13.1.4 del Disciplinare di Gara, si conferma che deve essere dichiarato il possesso del requisito nel limite minimo indicato sia per la pulizia di uffici che per le scuole anche se prestato per committenti differenti;

B) In ordine al requisito della Capacità Economico Finanziaria (pulizia uffici), si ritiene che l’esercizio di attività collegabili a tali fattispecie può essere considerata assimilabile, se espletata presso Università rientranti nel concetto di Amministrazioni e/Enti Pubblici.

C) Il requisito 13.1.4 del disciplinare richiede lo svolgimento di servizi di pulizia uffici svolti per una superficie complessiva di mq 27.000 in almeno uno degli anni del triennio indicato e servizi di pulizia scuole per una superficie complessiva di mq 3.000 in almeno uno degli anni del triennio indicato.

D18: La presente per richiedervi il seguente chiarimento: nell’allegato 2 viene riportato un costo orario mano d’opera così specificato:

€/ora 15,97 x (41938+250)

€/ora 16,74 x 3276 ore

€/ora 17,62 x 4160 ore

Vorremmo sapere quale tabella del CCNL è stata presa a riferimento per tale riepilogo dei costi, ed eventualmente se nazionale o provinciale.

R18: Nella valutazione del costo orario annuale della manodopera così come indicato nell’allegato n. 2 “Costo Annuo del Servizio” si è tenuto conto della presenza nell’organico attuale oltre che del personale a tempo indeterminato, anche del personale a tempo determinato, per cui si è proceduto a calcolare la media dei due diversi costi orari del servizio indicati nelle tabelle FISE del Luglio 2013:

Personale inquadrato nel 2° livello

Totale Costo Medio Orario (centro-nord) (1) € 15,92;

Totale Costo Medio Orario (centro-nord) (1) (2) (3)  € 16,02;

e 15,92+€16,02=€ 31,94:2= € 15,97

stessa cosa anche per il 3° e 4° livello.

 

 

 

Documentazione:

 


Allegati