Cultura Comune di Latina Torna all'home page del Comune di Latina
Home Page » Latinacultura » ArchitetturaHome PageStampa questa pagina

LA QUESTURA - ing. arch. Ernesto Caldarelli - 1934 / 1936

L'intero isolato venne realizzato lungo il Corso della Repubblica (già Corso Vitt. Emanuele III) su progetto dell'Ufficio Tecnico dell'Amministrazione Provinciale di Roma. All'interno della, allora, Regia Questura furono realizzati uffici, alloggi e una caserma per ufficiali e agenti di Pubblica Sicurezza. La facciata, caratterizzata dall'alto portale rivestito in travertino, in sintonia con la linea monumentale suggerita dall'arch. O. Frezzotti, è stata realizzata aggettante sulla compatta superficie rivestita in laterizio.

Più mosso l'angolo su Piazza Roma, cui corrisponde sul lato opposto l'edificio dell'Enel, che flettendo in corrispondenza dell'incrocio con Via C. Battisti accompagna la torretta in laterizio che, simmetricamente al portale, chiude il volume dell'isolato.

Su Via G. Oberdan l'edificio ospitava l'Ispettorato Provinciale dell'Igiene, attualmente è sede del Presidio Multizonale di Prevenzione della A.S.L. recentemente trasferito all'A.R.P.A. (Agenzia Regionale di Protezione Ambientale).

Piazza Roma, arricchita da due giardini e dalla statua bronza della Lupa Capitolina che in copia venne donata nel 1935 dal Governatorato di Roma alla città di Littoria, era prevista dal Piano Regolatore di Ampliamento del 1935, ed è delimitata dagli edifici residenziali dell'I.N.A. realizzati nel 1940 su progetto degli arch.tti M. Paniconi e G. Pediconi che qui esemplificano la tipologia dell'insula romana di Ostia