Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

Cosa succede in Comune – Settimana dall’8 al 15 ottobre 2016

“Cosa succede in Comune” è la rubrica che il Sindaco di Latina Damiano Coletta ha voluto per raccontare settimanalmente ai cittadini le attività dell’amministrazione da lui guidata, nel segno della trasparenza e della condivisione.

La settimana dall’8 al 15 ottobre si apre con un nuovo incontro tra i Sindaci dei Comuni appartenenti all’Ato4, occasione in cui si è deciso di non interrompere né ridurre il servizio idrico per le persone indigenti. Sul fronte Acqualatina «prosegue il tentativo di cambiare un Cda che non è rappresentativo delle attuali amministrazioni» spiega Damiano Coletta sottolineando l’importanza di questo dscn5169passaggio nell’ottica di una ripubblicizzazione del servizio.

In settimana anche la lettera d’intenti sottoscritta dal Comune nel segno di una maggiore cooperazione con la Questura di Latina per il contrasto degli abusi compiuti sul patrimonio comunale e il recupero degli immobili illegittimamente detenuti. Il documento è stato firmato dal Sindaco e dal Questore De Matteis in sede di conferenza stampa. «Intendiamo fare chiarezza anche sull’assegnazione delle case popolari. Il tutto per restituire alla comunità ciò che le spetta».

«Nonostante qualche imprevisto, siamo decisi a raggiungere l’obiettivo della riapertura» dice il Sindaco in riferimento al teatro D’Annunzio. L’annuncio potrebbe arrivare nel corso di questa settimana. Coletta torna anche sulla questione della piscina comunale rimarcando come il contratto in essere con il concessionario sia sbilanciato a favore di quest’ultimo e non tuteli a pieno l’Amministrazione, dunque la comunità. «La strada per la ricostruzione della città – sottolinea il Sindaco – passa anche attraverso la necessità di chiarire tante questioni oscure che hanno di fatto provocato un danno alla comunità. Fare chiarezza può significare, purtroppo, creare un disagio ai cittadini. Il percorso verso il cambiamento può includere decisioni che al momento possono risultare impopolari, ma è dovere di un Sindaco fare scelte secondo un ordine di giustizia, non di convenienza».

Guarda il video