Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

Cosa succede in Comune – Settimana dal 31 ottobre al 6 novembre

Borgo Podgora“Cosa succede in Comune” è la rubrica che il Sindaco di Latina Damiano Coletta ha voluto per raccontare settimanalmente ai cittadini le attività dell’amministrazione da lui guidata, nel segno della trasparenza e della condivisione.

Proseguono gli incontri con i cittadini dei Borghi di Latina, la scorsa settimana il Sindaco Damiano Coletta ha incontrato i residenti di Borgo Podgora. Dal confronto è emerso che nella zona non vengono realizzate opere di urbanizzazione da anni. Coletta cita in particolare le situazioni critiche del poliambulatorio e dell’ufficio Anagrafe rispetto alle quali l’Amministrazione si attiverà al fine di dare risposte alla popolazione della frazione.

sindaco-in-consiglio1Giovedì la seduta del Consiglio Comunale dedicata al Dup per il triennio 2016-2018. Nel video il Sindaco ricorda in sintesi le linee programmatiche e gli indirizzi strategici contenuti del Documento e illustrati nel dettaglio dai singoli Assessori nel corso della seduta.

Coletta torna a ribadire l’urgenza di razionalizzare una macchina amministrativa che risulta essere inadeguata in termini di risorse e di organizzazione e la volontà di riqualificare il centro storico e il servizio di trasporto pubblico locale. «Sono stati aperti numerosi tavoli con le associazioni di categoria e con il mondo universitario, servono partecipazione e pulizia per tornare alla normalità che i cittadini ci hanno chiesto e si aspettano» sottolinea il Sindaco.

I grandi problemi ereditati dalle passate Amministrazioni pesano come macigni e incidono sul bilancio e sulle scelte di oggi: «La metro, le Terme, l’ex Icos, il cimitero, gli impianti sportivi sono spade di Damocle sui conti del Comune e sulla città. Abbiamo il dovere di affrontarli, facendo prima di tutto chiarezza e informando i cittadini di quanto è accaduto e di ciò che accade e accadrà in futuro. Perché un cittadino informato è un cittadino più consapevole, quindi più libero».

Guarda il video