Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

Cosa succede in Comune – Febbraio 2017

Torna con cadenza mensile la rubrica “Cosa succede in Comune” voluta dal Sindaco di Latina Damiano Coletta per raccontare ai cittadini le attività e le iniziative messe in campo dall’Amministrazione da lui guidata.

Nel report allegato il Sindaco ripercorre quanto accaduto nel mese di febbraio, in particolare le vicende della statalizzazione della scuola dell’infanzia di Borgo Carso e del mercato annonario, il confronto con il rettore dell’Università La Sapienza sulla possibilità di attivare due nuovi corsi di laurea sul territorio, il primo intervento di forestazione urbana con la messa a dimora di 300 nuovi alberi in città, la partecipazione alla Commissione di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, la due giorni di eventi per la campagna “M’illumino di meno”, la festa “senza carri” organizzata per il Carnevale.

STATALIZZAZIONE SCUOLA DELL’INFANZIA DI BORGO CARSOIl Sindaco ricorda i fatti, dalla comunicazione della disdetta da parte delle Suore Francescane Missionarie del Sacro Cuore della convenzione stipulata con il Comune per la gestione della scuola dell’infanzia di Borgo Carso alla decisione di statalizzare. Una decisione arrivata dopo una serie di incontri con i genitori, con il parroco del Borgo, con il Vescovo Mariano Crociata e dopo aver valutato anche la possibilità di affidare la gestione della scuola a una nuova congregazione, così come prevedeva l’ordine del giorno votato in Consiglio Comunale. «Torno a ringraziare il Vescovo per essersi attivato per cercare una congregazione che subentrasse a quella uscente. Tuttavia si è scelto di procedere sulla strada della statalizzazione, in fase di valutazione della proposta sono emerse alcune criticità e come Amministrazione abbiamo preso l’impegno di garantire ai bambini il servizio di istruzione e la continuità didattica che solo il lavoro collegiale degli insegnanti di un Istituto Comprensivo può realizzare. E’ stata una scelta non facile, ma comunque fatta secondo coscienza».     

MERCATO ANNONARIO – La vicenda del mercato annonario si è conclusa con la riapertura dei locali di Via Don Minzoni entro i tempi pattuiti con gli operatori commerciali. «Anche questa è stata una scelta difficile, ma giusta – dice il Sindaco in merito alla chiusura della struttura per i lavori di adeguamento alle normative antincendio – Gli interventi erano necessari per mettere in sicurezza i locali e si sarebbero dovuti fare da molto tempo, prima ancora di trasferire il mercato dalla sede storica di Via Don Morosini. Dopo l’accordo raggiunto con gli operatori, si è deciso di chiudere il 6 febbraio cercando di garantire l’espletamento dei lavori al quindicesimo giorno. Missione compiuta, la struttura ha riaperto nei tempi auspicati, ringrazio per questo la ditta, l’Assessorato alle Attività Produttive, gli operatori stessi per la collaborazione dimostrata».

UNIVERSITA’ – «L’Università La Sapienza ha deciso di investire su questa città». Il Sindaco Coletta fa riferimento all’accordo tra La Sapienza e l’Agenzia del Demanio per la cessione per 19 anni degli spazi dell’ex caserma “82° Fanteria” e all’incontro con il rettore  Eugenio Gaudio con cui il Primo cittadino ha parlato della possibilità di attivare a Latina altri due corsi di laurea, in Agraria e in Chimica e Tecnologie farmaceutiche. Due facoltà che sarebbe importante avere vista la vocazione agricola della nostra provincia e visto che il settore farmaceutico e chimico è un polo di eccellenza nel nostro territorio. «Non è un percorso semplice né breve per via di numerose difficoltà di tipo burocratico, ma il rettore si è mostrato disponibile ad approfondire la questione e ad avviare il necessario per perseguire questo obiettivo».

FORESTAZIONE URBANA – Il 18 febbraio è stato realizzato il primo intervento di forestazione urbana nell’ambito del vigente Piano d’azione per l’Energia sostenibile (PAES). Più di 300 nuove piante di specie autoctona sono state messe a dimora al Parco San Marco, presso il quartiere Asves e nell’Oasi Verde in Q4-Q5 che sono le tre aree della città individuate dal Tavolo comunale per il decoro urbano che sta lavorando a una serie di progetti di riqualificazione ambientale e sviluppo sostenibile del territorio. Tanti cittadini hanno risposto all’invito del Comune partecipando alle operazioni di forestazione nonostante il maltempo. «Li ringrazio – dice Coletta – per aver dato il proprio contributo ad un’iniziativa che li ha fatti sentire protagonisti della gestione della propria città».

COMMISSIONE D’INCHIESTA SULLE ATTIVITA’ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI – Il Sindaco Coletta è stato ascoltato dalla Commissione parlamentare il 22 febbraio, nel suo intervento ha voluto ricordare anche le difficoltà vissute dai residenti di via Monfalcone per la prossimità della discarica di Borgo Montello. «La qualità della vita di queste persone è stata di fatto alterata e nel contempo hanno perso valore i loro immobili. Ho voluto sottolineare alla Commissione che reputo giusta un’azione risarcitoria nei confronti di questi cittadini».

Guarda il video