Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

24/11/2016 – Rischi naturali e antropici, incontro pubblico in Comune

comuneA seguito degli eventi sismici che hanno interessato un’ampia zona dell’Appennino centrale e alla luce delle particolari condizioni idrauliche della pianura pontina, l’Amministrazione Comunale ha deciso di promuovere una serie di iniziative per informare e sensibilizzare i cittadini sui rischi naturali e antropici presenti sul territorio. A tale scopo sabato 26 novembre, nella sala Enzo De Pasquale del Comune, a partire dalle 10, si terrà un primo incontro pubblico nel corso del quale verrà tra le altre cose illustrato il ruolo svolto dal volontariato di Protezione Civile in materia di prevenzione e gestione delle emergenze.

Dopo i saluti del Sindaco Damiano Coletta e l’intervento di apertura lavori da parte del Vicesindaco Paola Briganti, ci sarà spazio per il contributo del dott. Sergio Cappucci, dell’Enea, sul sisma che il 24 agosto scorso ha devastato l’area fra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. Amplierà il discorso al rischio sismico in Italia l’ing. Paolo Clemente, anche lui invitato ad intervenire in rappresentanza dell’Enea. Umberto Martone, responsabile del servizio di Protezione Civile, parlerà dell’evoluzione del sistema di Protezione Civile a partire dal Piano di emergenza comunale, si concentrerà invece sul volontariato di Protezione Civile regionale il geologo Marco Incocciati. Il rischio idraulico e la direttiva alluvioni saranno al centro dell’intervento del professor Francesco Cioffi, in collegamento dalla Columbia University di New York; con l’ing. Luca Gabriele si farà il punto sulle attività del Consorzio di bonifica dell’Agro Pontino. E’ previsto intorno alle 11.30 l’intervento dell’Assessore all’urbanistica Gianfranco Buttarelli su “La pianificazione del territorio in relazione al rischio”. Qual è il punto di vista dei professionisti sul rischio sismico ed idrogeologico? E quello delle associazioni di Protezione Civile? Alle due domande risponderanno rispettivamente il geologo Massimo Amodio e il dott. Marco Monti insieme con l’ing. Filippo Milazzo.

Al termine degli interventi dei relatori sarà lasciato spazio ai cittadini che vorranno partecipare al dibattito con propri contributi e osservazioni.

In allegato la locandina dell’evento.


Allegati