Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

21/09/2017 – Nei Giardini del Comune per combattere il gioco d’azzardo patologico

Anche il Comune di Latina ha aderito alla Giornata del Buon Gioco contro le Ludopatie istituita dalla Provincia su proposta del Comitato no-slot organizzando un momento di confronto ludico e informativo mirato a sensibilizzare sui rischi legati alla dipendenza dal gioco d’azzardo. Su iniziativa dell’Assessorato alle Politiche di Welfare ci si incontrerà domenica 24 settembre, alle 17.00, nei Giardini interni del Palazzo comunale, per informarsi ed informare sul fenomeno della ludopatia e per condividere un’occasione di gioco sano in cui contino la socializzazione e il divertimento.

Giornata buon giocoNei Giardini del Comune i cittadini potranno cimentarsi in giochi di carte (burraco, bridge), in partite a scacchi e dama, in giochi da tavolo classici e originali e potranno avere materiale informativo sul gioco sano e su come riconoscere e prevenire il gioco compulsivo prima che diventi una patologia.

L’incontro è promosso in collaborazione con diverse realtà associative della città nell’ambito della campagna di sensibilizzazione sui temi della salute e del benessere avviata dal Comune con l’adesione alla rete italiana “Città Sane”, approvata in Consiglio comunale a giugno scorso. Interverranno il Sindaco Damiano Coletta, l’Assessora ai Servizi sociali Patrizia Ciccarelli e la Presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna. Saranno inoltre presenti esperti in prevenzione del settore.

«Quest’anno il Comune di Latina – spiega la Consigliera Chiara Grenga, componente della Commissione Welfare – aderisce alla Giornata del Buon Gioco, iniziativa simbolica istituita a livello provinciale per combattere il GAP (Gioco d’Azzardo Patologico), facente parte delle “dipendenze non da sostanze”, che ogni anno danneggia migliaia di famiglie cambiandone negativamente vita, abitudini e relazioni. Il messaggio che intendiamo trasmettere alla città è che esiste un modo sano di giocare e che il gioco è prima di tutto uno strumento di inclusione, divertimento e socializzazione».