Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

16/12/2016 – Presentato il percorso formativo per l’accoglienza a scuola dei minori adottati

1450820_dsc9209E’ stato presentato questa mattina al Palazzo della Cultura il percorso informativo e formativo per promuovere l’accoglienza scolastica di bambini e ragazzi adottati organizzato dagli Assessorati alla Scuola, ai Servizi Sociali e alle Politiche Giovanili. Le Assessore Antonella Di Muro, Patrizia Ciccarelli e Cristina Leggio hanno incontrato i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi e superiori di Latina per illustrare l’iniziativa proposta insieme all’Ufficio Scolastico Regionale Lazio e al Gruppo di Lavoro Integrato per le adozioni dell’Ufficio ASL Adozioni in collaborazione con l’Associazione  Familiare Genitori si Diventa Onlus.

Il corso ha come obiettivo la divulgazione e conoscenza delle linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati e delle buone prassi per una scuola inclusiva ed è rivolto in via prioritaria ai dirigenti scolastici, agli insegnanti referenti per le adozioni o ad altre figure scolastiche di riferimento, ai docenti degli istituti di ogni ordine e grado, a tutte le famiglie adottive del territorio. Gli incontri, per un totale di 10 ore di attività, si terranno nel mese di marzo nel plesso scolastico A.F. Celli di Piazza Moro.

Tra le finalità della formazione: rendere consapevoli docenti e dirigenti delle specifiche condizioni pregresse degli alunni adottati e delle possibili ripercussioni sul percorso scolastico; offrire indicazioni di possibili strategie di accoglienza e di accompagnamento;

permettere agli insegnanti di comprendere le reali risorse e potenzialità di apprendimento degli alunni adottati per promuovere la loro inclusione nel sistema scolastico e nel contesto sociale; fornire indicazioni per l’applicazione delle Linee di Indirizzo; permettere ai docenti di conoscere gli aspetti cognitivo-emotivo-relazionali pre-adolescenziali e adolescenziali che possono presentarsi a scuola e indicare alcune strategie per affrontarle; proporre spunti per la costruzione di buone relazioni tra scuola, famiglia adottiva e tutti i soggetti coinvolti, in un’ottica di rete; offrire un quadro normativo integrato, sottolineando gli intrecci tra Linee di Indirizzo, BES, DSA, Legge 104; chiarire le differenze relative all’acquisizione dell’italiano da parte degli alunni adottati all’estero rispetto all’acquisizione da parte degli alunni immigrati, le difficoltà che sorgono durante il percorso di apprendimento e le ripercussioni sulla sfera emotiva e sulla costruzione dell’autostima.