Centralino 0773/6521
urp@pec.comune.latina.it

10/11/2016 – Urbanpromo, “Latina anche città di mare” alla Triennale di Milano

Piazza del PopoloC’è anche Latina alla XIII edizione di Urbanpromo in corso di svolgimento in questi giorni alla Triennale di Milano. Il capoluogo pontino è stato invitato a partecipare alla manifestazione organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit  – un evento di riferimento per la rigenerazione urbana a livello nazionale – insieme ad altre 17 città italiane. In particolare, i rappresentanti amministrativi dei Comuni coinvolti hanno preso parte al convegno “#progettaitalia: gli approcci per riqualificare le periferie d’Italia” che si è tenuto ieri. Durante i lavori sono stati messi a confronto 18 dei 121 progetti con cui le città metropolitane e i capoluoghi di provincia italiani hanno concorso al bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie pubblicato a giugno scorso sulla Gazzetta Ufficiale e che mette a disposizione finanziamenti pari a 2,1 miliardi di euro.

L’Amministrazione Comunale partecipa al bando del Consiglio dei Ministri con il progetto “Latina anche città di mare” puntando al massimo del finanziamento previsto per i Comuni capoluogo di provincia, ovvero 18 milioni di euro. Un progetto che è stato valutato positivamente tanto da essere selezionato tra quelli da presentare nell’ambito di Urbanpromo. Ad illustrarlo a Milano è stata l’Assessore alla Città Internazionale e Programmazione Europea Cristina Leggio che ha seguito da vicino la definizione della proposta candidata al bando insieme all’Assessore all’Urbanistica Gianfranco Buttarelli.

Il progetto – lo ricordiamo – interessa contesti urbani in situazione di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi. Gli ambiti d’intervento individuati riguardano la semicorona periurbana intorno al centro storico e il litorale urbanizzato. La riqualificazione complessiva degli ambiti asseconda lo sviluppo della marina quale principale asse strategico per lo sviluppo socio economico del territorio.

 Oltre a presentare il progetto la Leggio si è confrontata con gli altri partecipanti in merito alle azioni che possono intraprendere le Amministrazioni per portare avanti programmazioni integrate urbane, capaci di promuovere lo sviluppo e l’innovazione delle città e interventi che le rendano più belle, accoglienti, sostenibili.